ananas

Ananas: calorie, proprietà, benefici e valori nutrizionali

Sciroppato, fresco, in succhi o gelati, l’ananas è probabilmente il frutto tropicale più diffuso e facilmente reperibile sul mercato. Viene coltivato prevalentemente in Asia, nelle isole Hawaii e nelle Filippine e non solo per uso alimentare: le foglie, infatti, vengono utilizzate per fare corde e tessuti. Dal gamb dell’Ananas, inoltre, si estrae la bromelina, un enzima che riduce le proteine in amminoacidi e che viene utilizzato nei preparati erboristici.

Questa sostanza è soggetta a restrizioni nei farmaci e negli integratori senza prescrizione medica e, se si opta per un preparato artificiale, è bene sempre consultare prima il medico.

Proprietà dell’ananas, calorie e valori nutrizionali

L’ananas invece, viene utilizzato in diversi modi, nella preparazione di succhi, gelati, torte, ma si trova anche nei preparati erboristici anche se, a differenza del gambo, contiene poca bromelina. Una volta raccolta, la spessa buccia dell’ananas protegge la polpa evitando che le sostanze nutritive si perdano; ciò è importante anche perché si evita l’ossidazione della vitamina C, di cui il frutto è ricco.

Per quanto riguarda i valori nutrizionali e le calorie dell’ananas, 100 g di ananas forniscono circa 50 kcal e contengono in maggioranza acqua (86 g), carboidrati (ca. 13 g) e zuccheri (ca. 10 g). L’ananas contiene anche zuccheri in quantità di 9 g per etto, di cui saccarosio (ca.6 g), destrosio (1.73 g) e fruttosio (2.12 g); fibre (1,4 g), proteine (0.54 g) e sali minerali. Fra questi si nota una notevole quantità di potassio (109 mg), calcio (13m g), magnesio (12 mg), fosforo (8 mg) e sodio (1 mg). Sono presenti, in minori quantità, anche ferro, zinco, rame, manganese e selenio. L’ananas contiene anche folati (18 mcg), vitamina C (47,8 mg), beta carotene (35 mcg) e vitamine dei gruppi A e B.

L’Ananas fa dimagrire? Ecco la verità

L’ananas è considerato un valido alleato nelle diete dimagranti, perché aiuta a metabolizzare i grassi, a patto che il frutto venga consumato fresco e crudo; ed aiuta a sintetizzare le proteine animali. Contrariamente a quanto si pensa, però non brucia i grassi già accumulati nel nostro organismo e va consumata con moderazione ed all’interno di una dieta bilanciata. I soggetti con carenza di proteine devono evitare il consumo di ananas fresco per non peggiorare la situazione, mentre in caso di dieta drastica il corpo crea una riserva di grassi utili anche per le assorbimento delle vitamine liposolubili A e D; in questo caso il consumo di ananas fresco aiuterebbe a ridurre i grassi ma contribuirebbe a far perdere all’organismo molte sostanze utili alla salute, senza contare che i risultati ottenuti potrebbero essere vanificati immediatamente dopo aver terminato la dieta. Una dieta di sola ananas, oltre ad avere forti effetti lassativi, potrebbe esporre l’organismo a conseguenze serie.

Ananas benefici e proprietà eupeptiche

Se si sta seguendo una terapia e si desidera assumere un preparato a base di ananas, che si tratti di un farmaco o di un integratore, è meglio consultare il medico: i soggetti emofiliaci, o chi è affetto da ulcera peptica, patologie epatiche o renali dono evitare la bromelina o assumerla sotto controllo medico. La bromelina, inoltre, influisce sulla capacità aggregante delle piastrine e rende il sangue più fluido; per questo motivo è bene fare attenzione se si sta seguendo una terapia con farmaci anticoagulanti, perché si rischia di potenziare l’effetto.

L’ananas ha proprietà eupeptiche, ossia facilita la digestione stimolando i succhi gastrici ed è un ottimo antinfiammatorio perché, essendo alcalinizzante, riduce la presenza di acido dell’organismo e combattendo gli stati infiammatori come traumi articolari e muscolari, insufficienza venosa, edema e cellulite.  Il consumo di bromelina è utile anche in caso di infiammazioni post operatorie. Questo frutto contiene anche acidi organici in grado eliminare i liquidi in eccesso, favorendo la diuresi.

Aiutaci e condividi!
  • 1
    Share