AssoBenessere

Co-efferalgan: a cosa serve, posologia, prezzo e scheda

Il farmaco Co-efferalgan è un medicinale prodotto dalla Bristol-Myers Squibb S.r.l., i cui principi attivi sono il paracetamolo e la codeina (analgesico derivante dall’oppio) che agiscono in combinazione per trattare il dolore.

Questa guida di Assobenessere raccoglie tutte le informazioni utili per comprendere a cosa serva il Co-efferalgan, la posologia, il prezzo, gli eccipienti, gli effetti indesiderati e la sua scheda.

Principi attivi e Scheda del Co-Efferalgan

In farmacia è possibile acquistare il Co–Efferalgan 500 mg + 30 mg, 16 compresse rivestite con film. Ogni compressa vanta i seguenti principi attivi: paracetamolo 500 mg e codeina fosfato 30 mg.

Il paracetamolo (o acetaminofene) è un farmaco appartenente alla classe degli analgesici-antipiretici che può interferire con la determinazione della uricemia e con quella della glicemia se assunto con altri farmaci.

Il paracetamolo non è un antinfiammatorio, ma è un analgesico utile nel trattamento di disturbi artritici e muscoloscheletrici. I pazienti che assumono fenitoina devono evitare l’assunzione di dosi elevate e/o croniche di paracetamolo.

La codeina è un alcaloide naturale che si estrae dal papavero; può essere considerato un derivato della morfina, che ha funzioni analgesiche.

 

A cosa serve il Co-Efferalgan?

Come già indicato nella Scheda sotto la voce “Indicazioni Terapeutiche”, questo medicinale è usato per dare sollievo al dolore e quando altri antidolorifici non hanno alcun effetto. Di solito, viene utlizzato nel momento in cui il paracetamolo o l’ibuprofene non assicurano risultati concreti e non riescono a dare sollievo al paziente.

Posologia e Assunzione Compresse

Sul libretto illustrativo è consigliata l’assunzione di 1-2 compresse a seconda dell’intensità del dolore. Occorre attendere un lasso di 4 ore prima di assumere un’altra compressa e non si deve eccedere oltre le due/tre volte al giorno.

Nel caso in cui un paziente soffra di grave insufficienza renale, è necessario attendere almeno otto ore tra una compressa e l’altra.

Il trattamento con questo medicinale non deve eccedere i 3 giorni e, nel caso in cui il dolore non dovesse migliorare nell’arco temporale consigliato, è necessario discuterne con il proprio medico curante. Per l’assunzione, è necessario sciogliere le compresse effervescenti all’interno di un bicchiere d’acqua naturale.

Un dosaggio troppo elevato oltre a quello prescritto può comportare un’epatopatia e può causare importanti conseguenze sui reni e sul sangue.

Questo farmaco provoca una sensazione di sonnolenza, per questa ragione, è bene evitarne l’assunzione prima di mettersi alla guida dei veicoli.

Interazioni del Co-Efferalgan

Questo medicinale è controindicato se somministrato in combinazione con:

  • Alcool dato che aumenta l’effetto sedativo degli analgesici morfinici
  • Agonisti ed antagonisti della morfina (buprenorfina, nalbufina, pentazocina)
  • Naltrexone dato che vi è un rischio di ridotto effetto analgesico.

Dal foglietto illustrativo si legge che il dosaggio dei derivati della morfina deve essere aumentato solo se necessario e dietro prescrizione del medico curante. Può essere presa in considerazione la combinazione di CO–EFFERALGAN con:

  • altri farmaci ad azione sedativa: derivati della morfina (analgesici, soppressori della tosse e trattamenti di sostituzione), neurolettici, barbiturici, benzodiazepine, ansiolitici diversi dalle benzodiazepine (meprobramato), ipnotici, antidepressivi sedativi (amitriptilina, doxepina, mirtazapina, mianserina, trimipramina), antistaminici H1 ad azione sedativa, farmaci anti–ipertensivi ad azione centrale, baclofen e talidomide.
  • altri analgesici agonisti della morfina (alfentanil, destromoramide, destropropossifene, fentanyl, diidrocodeina, idromorfone, morfina, ossicodone, petidina, fenoperidina, remifentanil, sufentanil, tramadolo), farmaci antitussivi morfino–simili (destrometorfano, noscapina, folcodina) farmaci morfinici soppressori della tosse (codeina, etimorfina) benzodiazepine, barbiturici, metadone.

Controindicazioni del Co-Efferalgan

Il Co-Efferalgan non può essere assunto dai bambini che hanno meno di 12 anni. Per i soggetti che soffrono di ipersensibilità nei confronti del paracetamolo e per altri eccipienti, si deve evitarne l’assunzione.

Parimenti, anche per i soggetti che sono sensibili alla codeina, è consigliabile di evitare la somministrazione di tale farmaco. Inoltre, è sconsigliato l’uso anche quando si soffra di insufficienza respiratoria. Inoltre, per la presenza di sorbitolo, il Co-Efferalgan è sconsigliato per chi soffra di fruttosio.

In caso di gravidanzail farmaco non crea effetti indesiderati: non va ad incidere sulla salute del feto. Il paracetamolo deve essere impiegato nel corso della gravidanza solamente dopo che il medico curante ha valutato il quadro clinico della gestante.

Per quanto riguarda l’allattamento, se ne sconsiglia assolutamente l’assunzione da parte della mamma dato che la codeina e la morfina possono incidere sulla produzione del latte materno.

SCHEDA e PREZZO CO-EFFERALGAN:

  • Principi attivi: paracetamolo + codeina
  • Indicazioni Terapeutiche: Co-Efferalgan può essere assunto da tutti coloro che hanno un’età maggiore ai 12 anni per il trattamento del dolore. Questo farmaco appartiene agli Analgesici oppioidi ed è dispensabile al pubblico con ricetta medica da rinnovare di volta in volta; specialità soggetta alla L. 79/2014, tab.D med.
  • Prezzo al pubblico 3,96 €
Aiutaci e condividi!
  • 1
    Share