Noci: proprietà benefici, valori nutrizionali e contro il colesterolo

Le noci sono il frutto dell’albero Juglans, in particolare Juglans regia, si tratta di un seme contenuto in una drupa con il suo endocarpo legnoso. Nel suo genere botanico, la noce è la più conosciuta e la cultivar più rilevante dal punto di vista dello sfruttamento economico e delle proprietà nutrizionali. La produzione mondiale di noci si attesta a 3.5 milioni di tonnellate, con la Cina che svetta in classifica come principale produttore a livello planetario, seguita da altri maggiori produttori come gli Stati Uniti d’America, Iran, Turchia, Messico e Ucraina. Gli Stati Uniti sono il maggior paese esportatore di noci, seguito dalla Turchia e il 99% delle noci di provenienza statunitense viene prodotto nella Central Valley californiana.

Noci: caratteristiche dell’albero

La specie vegetali della Juglans regia, meglio conosciuta come la noce è una pianta originaria dell’Asia, introdotta in Europa in epoca antichissima per i suoi frutti squisiti, ricchi di sostanze oleose e benefiche per la salute ed il benessere dell’uomo. Diffusa in tutto il mondo, in Italia l’albero da frutto della Juglas Regia ha una certa rilevanza e rinomanza solo in Campania, in particolare nel distretto sorrentino. L’albero della noce si presenta come cultivar vigoroso, caratterizzato da tronco solido, alto, maestoso con foglie voluminose e radice robusta. Si tratta di una pianta monoica, fiorisce in primavera con fiori di color verde a cui faranno seguito, durante il periodo di maturazione, i frutti dalla forma ovale e ricoperti dal guscio verde compatto, denominato mallo. Con la maturazione, il mallo si secca e assume la colorazione brunastra, quella che possiamo visionare quando ci si reca al mercato per acquistare le noci. Per quanto concerne il periodo della raccolta di noci è la stagione autunnale: da metà settembre a fine ottobre e prima di essere commercializzate, devono essere sottoposte alla privazione del mallo. Il frutto che si consuma è una drupa, composta dall’esocarpo carnoso che annerisce con la maturazione e libera l’endocarpo legnoso, la noce vera e propria, ricca di olii e lipidi. Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Noci: valori nutrizionali, macro nutrienti e calorie

La composizione chimica e i macro nutrienti contenuti nelle noci sono fondamentali per capire i valori nutrizionali e i benefici che apportano le noci alla salute dell’organismo umano. Le noci contengono il 64% di lipidi, il 15,5% di protidi, il 6,7% di fibre alimentari, l’1,1% di zuccheri e il 4,5 % di acqua. I sali minerali che si annoverano sono fosforo, magnesio, ferro, sodio, zinco, rame, selenio, magnesio, manganese e potassio. Per quanto concerne le vitamine, le noci sono ricche di vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B12, vitamina C, Vitamina E, K e J. Le noci sono il frutto più ricco di zinco e rame, particolarmente indicate per chi segue una dieta vegetariana e vegana. Ma non si deve eccedere nel consumo, in quanto sono altamente caloriche: 654 calorie ogni 100 grammi di prodotto edibile, inoltre, sono molto oleose e ricche di lipidi.

Noci: proprietà e benefici, funzionano contro il Colesterolo?

Grazie alla composizione chimica e ai macro nutrienti contenuti nelle noci si annoverano le seguenti proprietà nutrizionali:
proprietà antiossidanti e antitumorali: Secondo una ricerca americana il consumo di noci previene l’insorgere del tumore al seno, grazie all’ abbondante presenza di acidi grassi omega 3, oltre ad un alto contenuto di antiossidanti;
riducono il colesterolo: la presenza di acido oleico, un grasso vegetale presente anche nell’olio di oliva, è molto efficace nella riduzione dei livelli di colesterolo cattivo LDL. Anche l’abbondanza di acidi grassi polinsaturi, acido linoleico ed alfa-linoleico, è molto rilevante e utile per abbassare il colesterolo nel sangue con conseguenti benefici per la salute del cuore e dell’apparato cardiocircolatorio;
abbassano la pressione arteriosa: il contenuto di grassi monoinsaturi nelle noci aiuta ad abbassare il colesterolo LDL e ad aumentare l’elasticità delle arterie, inibendo la formazione di coaguli e riducendo la pressione arteriosa;
buon mantenimento di pelle e capelli: lo zinco, i polifenoli e la presenza di vitamina E apportano notevoli benefici alla pelle e mantengono in salute i capelli;
proprietà energetiche: I’elevato potere energetico contenuto nelle noci aiuta a praticare intensa attività sportiva;
miglioramento della struttura ossea: il consumo di noci migliora l’assorbimento di calcio, a tutto beneficio della struttura ossea;
rafforzamento della memoria e della capacità di concentrazione: consumare noci aiuta migliorare la memoria e i livelli di concentrazione.

I benefici delle Noci e le controindicazioni

Come già anticipato la presenza di olii e di lipidi di origine vegetale fanno sì che le noci siano altamente caloriche: 100 grammi di prodotto edibile apportano circa 654 calorie. Per questo, è importante che le noci non siano consumate da chi soffre di problemi di obesità e per chi segue diete ipocaloriche. Le noci non devono essere conservate a lungo in quanto sono soggette ad irrancidimento e, con il trascorrere del tempo tendono ad aumentare la loro oleosità. Se si è soggetti all’herpes, è bene limitate il consumo di noci, in quanto la presenza di arginina, cagiona la comparsa dell’herpes. Vi sono soggetti che hanno sviluppato un’ipersensibilità nei confronti della frutta secca e possono risultare allergici alle noci. I sintomi si manifestano con vomito, difficoltà di respirazione e labbra gonfie, oltre a dermatiti ed eczemi. Vi ricordiamo di consultare sempre un medico in caso abbiate qualche problema nell’assunzione delle noci.

Aiutaci e condividi!