Rimedi naturali contro Afte in bocca: cosa fare

Come curare le afte orali che spesso ci appaiono nell’interno della bocca o sulla lingua? Le ulcere del cavo orale sono davvero fastidiose e possono essere curate con validi rimedi naturali, vediamoli in questa guida. Afta deriva dalla parola greca áphtha che significa pustola ovvero ulcera della mucosa orale; meglio conosciuta con il nome di stomatite, in realtà questa è uno stato d’infiammazione da cui deriverebbero l’afta.L’afta si presenta esteticamente come una macchia bianca con infiammazioni ed ulcere localizzate.  Si tratta di lesioni della mucosa orale, caratterizzate da abrasioni od ulcere che possono raggiungere una dimensione di 5 mm, anche se in certi casi possono raggiungere dimensioni superiori al centimetro.

Che cos’è l’afta o ulcera del cavo orale?

Alcune afte in bocca o sulla lingua possono essere più o meno profonde e circondate da un alone rossastro, parzialmente infiammato e doloroso. Solitamente le afte interessano esclusivamente le mucose orali e guariscono nel giro di due settimane; è possibile che le stesse ricompaiono a distanza di tempo regolare, come avviene nella stragrande maggioranza dei casi. Tuttavia, occorre fare chiarezza dato l’afta non è la stessa cosa dell’herpes; quest’ultimo è una piaga che colpisce la mucosa esterna del cavo orale ed è appellata c.d. febbre.

In realtà, l’afta è un’ulcera localizzata all’interno del cavo orale e non è contagiosa (questa è una differenza rispetto all’herpes). Rare nell’infanzia, le afte orali compaiono già nel periodo della pubertà e raggiungono il picco d’incidenza tra i 20 ed i 50 anni, con una prevalenza di comparsa nel sesso femminile.

Le cause delle afte in bocca o sulla lingua

Per quanto concerne le cause che possono cagionare la comparsa delle afte non sono ancora completamente conosciute, anche se gli studi e le ricerche scientifiche hanno avanzato diverse ipotesi, di differente natura (cause psicosomatiche, allergiche, ormonali, infettive, genetiche e dietetiche). In certi casi, tutte queste cause possono tra loro coesistere e comportare la comparsa dell’afta; in altri casi, non particolarmente patologici, le afte alla bocca  o stomatiti possono essere considerate la diretta conseguenza di traumi quali morsicature durante la masticazione o da un utilizzo troppo vigoroso dello spazzolino da denti.

L’insorgenza delle afte può essere cagionata anche da un regime dietetico ed alimentare troppo ricco di alcolici, grassi animali, cibi piccanti, frutta secca, formaggio, caffè e cioccolato.

Anche la carenza di vitamine e di alcuni sali minerali, come lo zinco, il magnesio, il manganese e soprattutto il ferro possono cagionare la comparsa dell’afte orale.

La cattiva alimentazione, l’anemia, l’abuso di alcolici, la mancanza di vitamina di B12 (specie nei vegani) e di acido folico o vitamina B9 (specie per chi non consuma abbastanza vegetali freschi) sono tutte le principali cause che possono cagionare le afte sulla lingua o in bocca.

Inoltre, lo stress, lo squilibrio ormonale, il fattore genetico, l’affaticamento, la cattiva igiene orale, il mughetto, il diabete, la celiachia, l’ansia, i farmaci chemioterapici sono altre cause che possono comportare la comparsa dell’afta.

Rimedi naturali contro le afte: cibi sconsigliati e consigliati

Dal momento che le cause non sono ancora state del tutto chiarite, non esiste un unico solo trattamento eziologico in grado di curare l’afta ma, è necessario ricorrere a diversi approcci e rimedi naturali, i c.d. rimedi della nonna.

Può essere utile l’assunzione di alimenti, integratori e medicinali capaci di rafforzare il sistema immunitario dell’organismo (vitaminici, probiotici, prebiotici, sali minerali) e, utile anche il ricorso a pratiche di rilassamento per diminuire lo stress. Sicuramente lo scorretto regime alimentare comporta un disequilibrio gastrico-intestinale ed un’alterazione metabolica, oltre alla carenza di vitamine, sali minerali che ne favoriscono la comparsa.

Infatti, in presenza di gravi ulcere della bocca, è bene evitare il consumo di alcool, cibi troppo conditi, spezie piccanti, cibi salati, bevande calde e caffè. Chi soffre di afta e chi accusa spesso sintomi riconducibili alla comparsa delle afte, oltre che alla stomatite è bene che si eviti l’assunzione di questi cibi sconsigliati:

  • cibi fritti;
  • cibi conditi;
  • sughi e olii;
  • insaccati;
  • glutammato;
  • cibi piccanti;
  • lieviti;
  • alcolici;
  • caffè e thè;
  • cioccolato.

Tra i cibi consigliati si annoverano:

  • frutta fresca e verdure di stagione;
  • pesce azzurro;
  • latte e derivati;
  • cereali integrali;
  • miele;
  • carne di cavallo;
  • carne bianca (pollo, coniglio, tacchino, suino);
  • uova;
  • soia;
  • alghe.

Afte rimedi naturali per curarle sulla lingua o in bocca

Due validissimi rimedi garantiti e veloci per curare l’afta sono:

  • succo di limone: basta applicare delle gocce di limone sull’afta, anche se si sentirà molto dolore, la guarigione sarà veloce;
  • aceto da utilizzare diluito in acqua per guarire velocemente le afte.

Se combinati questi rimedi della nonna aiutano a guarire le afte e le micro-ferire presenti all’interno del cavo orale in modo assolutamente più veloce.

Altri rimedi naturali molto utilizzati per guarire l’afta sono:

  • filtri di thè verde da applicare sulle lesioni,
  • gocce di aloe vera,
  • gocce di tea tree oil che deve essere miscelato all’olio d’oliva (funzione antisettica e disinfettante),
  • foglie di basilico per alleviare il dolore,
  • fette di curcuma da applicare sulle zone della mucosa interna esterna del cavo orale.

Si deve sempre cercare di prevenire la comparsa dell’afta mantenendo una buona igiene del cavo orale e consumando i cibi consigliati, evitando quelli sconsigliati. La prevenzione assolve ad un ruolo rilevante rispetto alla cura: impariamo a fare ricorso ai vecchi rimedi naturali delle nostre nonne!

Aiutaci e condividi!
  • 1
    Share