AssoBenessere
polline

Il polline di api: un super alimento: benefici, proprietà, prezzo

Parliamo di un “superfood” abbastanza particolare: il polline d’api. Lo definiamo “superfood” per le sue incredibili proprietà nutrizionali che in questo articolo andremo ad analizzare una ad una e per i benefici che il polline di api presenta, spiegando anche cos’è il polline d’api, i suoi benefici per il corpo umano e le eventuali controindicazioni se ne si utilizza troppo. Infine daremo una rapida occhiata al prezzo di questo super amlimento e dove poterlo trovare se volete acquistarlo per utilizzarlo.

 

Cos’è il polline di api?

In natura il polline di api si presenta come tante piccole palline di colore giallo, i cui valori nutritivi possono variare poiché dipendono dal tipo di fiore su cui l’ape si è posata. In generale le api trasportano una quantità di polline di gran lunga superiore al fabbisogno dell’alveare, ecco perché gli apicoltori hanno deciso di posizionare una rete fuori dall’alveare per raccogliere le palline più grandi che non riescono ad entrare dentro, in modo da non sprecare questo prezioso alimento.

Benefici e controindicazioni del consumo di polline d’api

Il polline d’api è ricco soprattutto di ferro, vitamine e zinco che lo rendono un alimento perfetto per migliorare il benessere funzionale dell’organismo. In particolare, la presenza di ferro aiuta a contrastare l’anemia, contribuendo alla formazione di globuli rossi ed emoglobina; inoltre riduce l’affaticamento sia fisico che mentale. Le vitamine B1, B2 e B3 svolgono un ruolo decisivo per quanto riguarda il normale metabolismo energetico ed il regolare funzionamento del sistema nervoso e cardiaco. Lo zinco mantiene sane le ossa, i capelli, la pelle e le unghie e contribuisce alla naturale sintesi proteica; inoltre è ottimo per mantenere il livello di fertilità e per il metabolismo dei macro nutrienti.

Le controindicazioni del consumo di polline d’api aumentano nei soggetti allergici; non è consigliato il consumo in età pediatrica, in gravidanza e in allattamento. Può avere effetti lassativi, per cui è molto utilizzato per combattere la stitichezza ma è bene non abusarne.

Valori nutrizionali e consumo giornaliero consigliato di polline d’api

Il polline è un alimento altamente bilanciato nei suoi nutrienti e per questo è adatto ad essere usato come integratore alimentare. 100 grammi di polline contengono circa 285 calorie (1195 KJ), suddivise in:

  • circa il 30% di proteine, tra cui anche tutti e 8 gli amminoacidi essenziali per l’uomo;
  • circa il 50% di carboidrati, in particolare fruttosio e glucosio, che con l’aiuto di vitamine e minerali lo rendono un alimento fortemente energizzante;
  • circa il 10% di grassi, prevalentemente acidi grassi insaturi utili al normale funzionamento dell’organismo;
  • il restante 10% è rappresentato da altre sostanze estrogeniche, pigmenti ed enzimi.

Si raccomanda un consumo quotidiano limitato ai 10 grammi; il momento più adatto in cui consumarlo è prima di colazione o in generale lontano dai pasti principali, ad esempio a metà pomeriggio, a metà mattina o appena svegli. Ma come consumarlo? Lo scopriamo subito.

Consigli in cucina – come consumare il polline di api?

Come si può consumare il polline? Il polline ha un sapore dolciastro con un retrogusto un po’ acidulo, per cui non è così scontato che per tutti sia piacevole da consumare da solo. E’ ottimo per arricchire frullati o smoothies dolci: 200ml di latte con, ad esempio, una banana e una spolverata di polline in granella o in polvere mischiato o lasciato in superficie; la banana può essere un frutto adatto poiché ha un sapore non troppo forte e quindi non rischia di sovrastare quello delicato del polline, oppure si può anche decidere di consumarlo con frutti dal sapore più deciso, ad esempio frutti rossi, mirtilli o kiwi, in modo da sentire un piacevole retrogusto. Si può mescolare ai cereali per la prima colazione oppure si può utilizzare per preparare zuppe, insalate, pane, torte, ecc. Per uno snack energetico e pratico si possono preparare barrette, biscotti o si può aggiungere qualche cucchiaino allo yogurt o al gelato.

Prezzo per il polline d’api: quanto costa?

Vediamo infine quanto costa il polline d’api in Italia. Sono davvero moltissimi i siti internet dove si può acquistare stando a casa, come ad esempio il colosso amazon. Mediamente un vasetto di polline granulare dal peso di 100 grammi si trova al modico prezzo di 4-5 euro. Il prezzo sale invece se volete il polline in capsule, in questo caso ci si aggira intorno ai 15-20 euro per una confezione da 100 capsule. Se l’articolo vi è stato utile potete lasciare un mi piace e condividerlo sui vostri social, per noi vuol dire molto! Grazie.

Aiutaci e condividi!
  • 5
    Shares