AssoBenessere

Leucociti Bassi: valori normali, cure e sintomi

Leucopenia o leucociti bassi è un problema da non sottovalutare assolutamente dato che potrebbe essere un campanello d’allarme associato alla presenza di patologie anche piuttosto gravi (disturbi del midollo osseo, leucemia e cancro).

Un’anormale riduzione dei globuli bianchi in circolo nel sangue o leucopenia (numero di leucociti inferiore alle 4000 unità per microlitro di sangue) deve spingere il paziente a consultare subito il medico curante, il quale deve interpretare il risultato delle analisi e fare ulteriori accertamenti in merito al quadro clinico del soggetto.

La leucopenia si contrappone alla leucofilia (ovvero quando il numero dei leucociti è alto): il valore dei globuli bianchi bassi nel sangue è un disturbo che può nascondere un quadro eziologico più o meno grave della salute del paziente.

Quali sono i valori normali dei globuli bianchi? Esistono cure per la leucopenia? Quali i sintomi e i campanelli d’allarme per prevenire la riduzione dei globuli bianchi nel sangue?

Questa guida approfondisce che cos’è, quali sono i sintomi e come curare i leucociti bassi ovvero la riduzione dei valori dei globuli bianchi sotto le soglie normali.

Leucociti bassi: che cos’è e sintomi

La riduzione del numero dei globuli bianchi nel sangue cagiona problemi alla salute del paziente e non deve essere assolutamente sottovalutato dato che identifica una situazione in cui il numero di globuli bianchi nel sangue è inferiore alla norma.

Nella maggior parte dei casi clinici e medici, la diminuzione del numero di globuli bianchi nel sangue è sintomo di un disturbo o patologia da risolvere immediatamente per poter riportare il numero di globuli bianchi ai livelli normali.

Fra i possibili problemi ci sono tutti i disturbi che compromettono la salute del midollo osseo e del tessuto che produce proprio i globuli bianchi: infezioni, malattie autoimmuni e forme di cancro (leucemia) provocano la riduzione drastica della produzione di globuli bianchi rispetto ai livelli normali.

Alcune terapie, come la chemioterapia e la radioterapia, possono ridurre temporaneamente il numero di globuli bianchi e causare problemi di leucopenia; anche la carenza vitaminica e l’anemia cagionano problemi sulla produzione dei globuli bianchi.

Leucopenia: patologie e disturbi

Quali sono le malattie che cagionano una netta riduzione del numero di globuli bianchi rispetto ai valori normali? Ci sono una serie di patologie e disturbi che arrecano danni non indifferenti sul livello di produzione dei globuli bianchi.

Le patologie che si possono associare ai leucociti bassi nel sangue sono ascrivibili alle seguenti:

  • AIDS
  • Anafilassi
  • Anemia
  • Artrite reumatoide
  • Cirrosi epatica
  • Dengue
  • Dermatite
  • Epatite
  • Influenza
  • Insufficienza renale
  • Ipersplenismo
  • Ipertiroidismo
  • Leucemia
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Malaria
  • Miastenia gravis
  • Mielocatessi
  • Mielofibrosi
  • Morbillo
  • Parassitosi
  • Pielonefrite
  • Psoriasi
  • Rosolia
  • Sepsi
  • Shock settico
  • Sindrome di Kostmann
  • Sindrome di Sjögren
  • Sindrome mielodisplastica
  • Tifo
  • Toxoplasmosi
  • Tubercolosi
  • Ustioni

Leucociti bassi: cure possibili

La riduzione del numero di globuli bianchi sotto determinati livelli può essere cagionato, come sopra riportato, da diverse patologie e disturbi e può comportare il rischio di infezioni batteriche e virali.

Tutti i pazienti affetti da leucopenia, dovrebbero, inoltre, avere cura della propria igiene personale e delle mani, indossare la mascherina per proteggersi dagli agenti patogeni e microrganismi che possono compromettere e mettere a rischio la vita del paziente.

Per curare e trattare il problema dei leucociti bassi sotto un determinato livello occorre rivolgersi al proprio medico curante, il quale deve indagare e diagnosticare il quadro ezio-patologico del soggetto malato.

Se la riduzione dei leucociti è dovuta alla somministrazione di farmaci, è buon consiglio sospendere immediatamente l’assunzione del farmaco e sostituirlo con altri medicinali che non cagionano questo effetto indesiderato (si legga sul foglietto illustrativo).

Se la causa della netta riduzione dei globuli bianchi dipende da una forma di cancro o di leucemia, il paziente deve essere sottoposto ad un ciclo di cure come quelle chemioterapiche e radiologiche.

Trattamenti a base di steroidi, citochine o chemioterapici e l’assunzione di integratori multivitaminici aiutano a curare e a combattere la riduzione del livello di globuli bianchi nel sangue.

Valori normali dei Leucociti, quando preoccuparsi

Per quanto concerne il normale livello di globuli bianchi o leucociti (basofili, eosinofili, linfociti, monociti, neutrofili) in un litro di sangue i valori standard di riferimento possono essere considerati i seguenti:

  • Leucociti: 4.50 – 11.0 milioni/L
  • Neutrofili: 2.5 – 7.5 milioni/L
  • Basofili: 0.01 – 0.1 milioni/L
  • Eosinofili: 0.04 – 0.4 milioni/L
  • Monociti: 0.2 – 0.8 milioni/L
  • Linfociti: 1.5 – 3.5 milioni/L

L’esame del sangue è la misura di prevenzione e di controllo dei valori dei globuli bianchi: riscontrando un gap tra valori reali e quelli ideali (standard, valori normali) il medico specialista è in grado di stabilire se è il caso di effettuare ulteriori accertamenti o se si è di fronte ad una normale reazione immunitaria o ad una situazione di debolezza e di riduzione delle difese immunitarie (dovute ad esempio ad una infezione). Ricordiamo infine che in Gravidanza è normale assistere ad un abbassamento dei valori, così come negli anziani una diminuzione entro certi limiti è fisiologica e non preoccupa.

Aiutaci e condividi!
  • 1
    Share