AssoBenessere

Mirtillo: proprietà, uso e benefici del frutto

Il mirtillo (Vaccinium Myrtillus) è una pianta appartenente alla famiglia delle Ericacee, le cui bacche seppur di dimensioni molto contenute, vantano un’infinità di proprietà terapeutiche e benefiche davvero uniche.

Se si consuma quotidianamente una porzione di mirtilli al naturale o preparati in succhi, nettari, marmellate, sorbetti, dessert, gelatine, gelati, etc., ogni organismo umano può beneficiare si interessanti proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e vasodilatatorie che aiutano a curare definitivamente i disturbi del sistema cardiocircolatorio.

Oltre queste conosciute proprietà nutrizionali, i mirtilli vantano anche altri straordinari benefici salutari, per questo è importante conoscere tutti gli usi e le modalità per prepararli in ricette gustose e “fonti” naturali di salute.

Mirtillo: habitat e credenze popolari

La pianta del mirtillo è un piccolo arbusto di circa 30/50 cm, le cui foglie sono di forma ovale o ellittica e vantano un margine “dentellato”.

Le infiorescenze che crescono su questo piccolo arbusto sono i penduli la cui corolla è di colore bianco-rosato: questa forma accomuna tutte le piante appartenenti alle Ericacee.

I frutti che crescono su questo arbusto sono bacche di colore bluastro-nero di dimensioni piccole che possono essere raccolte manualmente dalla pianta.

La pianta del mirtillo cresce nelle foreste e macchie boschive della zona submontana e montana nelle Alpi e lungo tutta la catena appenninica fino all’Abruzzo.

Nella tradizione dei popoli scandinavi il mirtillo era considerato un arbusto in grado di proteggere dalla sfortuna: i suoi rami erano utilizzati durante la cerimonia del “Piccolo Yule” un rito che si celebrava in occasione del solstizio d’inverno, in data 13 dicembre.

Proprietà del frutto del mirtillo

Il mirtillo è una bacca di piccola dimensione che vanta diverse attività terapeutiche, oltre che proprietà nutrizionali e benefiche davvero uniche e di grande valore per l’organismo umano.

Le sue proprietà fitoterapiche eccellenti sono dovute alla composizione e presenza dei seguenti macronutrienti essenziali:

  • acidi organici (malico, citrico ecc.),
  • tannini,
  • zuccheri (fruttosio),
  • pectina,
  • vitamine A, C e, in quantità esigua, vitamina B
  • antociani (mirtillina) responsabili nel conferire al frutto il suo caratteristico colore scuro (bluastro-nero) e nel rafforzare la struttura del tessuto connettivo, in particolare del sistema circolatorio (vene, vasi sanguigni, etc.) migliorandone l’elasticità e il tono.

7 benefici del mirtillo

Sono sette i principali benefici e proprietà nutrizionali dei mirtilli, vediamoli uno a uno nel dettaglio

  1. Alto contenuto di antiossidanti
  2. Aiutano a combattere il cancro
  3. Aiutano a dimagrire ed a tenere sotto controllo il peso
  4. Migliorano la salute del cervello
  5. Alleviano le infiammazioni
  6. Facilitano la digestione
  7. Rafforzano il funzionamento del cuore

Elevato contenuto di antiossidanti

Gli antiossidanti contenuti nei mirtilli che combattono i radicali liberi e prevengono i danni cellulari, proteggono anche da diversi tipi di malattie degenerative e croniche, tra cui il cancro, le malattie cardiache e il diabete.

I mirtilli sono una delle migliori fonti di antiossidanti. Uno studio condotto in Cina ha confrontato la capacità antiossidante di mirtilli, more e fragole e ha validato la tesi che i mirtilli contengono la più alta capacità antiossidante, ma anche un maggiore concentrato ed apporto di antiossidanti, tra cui fenoli, flavonoidi e antociani.

I mirtilli aiutano a combattere il cancro

Recenti ricerche hanno portato alla luce alcuni risultati davvero interessanti sulla capacità dei mirtilli di proteggere l’organismo umano dal rischio di insorgenza di certi tipi di cancro.

Uno studio condotto nel 2010 ha validato la tesi che l’estratto di mirtillo inibisce la crescita e la diffusione delle cellule tumorali al seno.

Un’altra ricerca scientifica condotta dal Brown Cancer Center dell’Università di Louisville ha dimostrato che i topi malati di cancro al seno, sottoposti ad un trattamento agli estratti e nettari di mirtillo, riducevano la massa tumorale del 40%.

Mirtilli per dimagrire e raggiungere il peso forma

I mirtilli vantano appena 57 chilocalorie ogni 100 grammi di frutto commestibile, per questo sono indicati per chi vuole dimagrire e seguire una dieta ipocalorica.

Ricchi di fibre alimentari, i mirtilli apportano fino al 14% del fabbisogno giornaliero di macronutriente essenziale all’organismo umano.Le fibre contenute nei mirtilli facilitano la digestione, conferiscono senso di sazietà e placano la fame oltre ad aiutare a perdere peso.

Uno studio scientifico pubblicato sulla rivista PLoS One ha dimostrato che il succo di mirtillo previene l’obesità nei ratti: il nettare di mirtillo aiuta a ridurre l’adiposità concentrata sull’addome e fianchi.

Migliorano la salute del cervello

Uno dei più notevoli benefici dei mirtilli è la loro capacità di migliorare la salute del cervello, in particolare della concentrazione, della memoria e della cognizione.

In uno studio recente pubblicato nell’European Journal of Nutrition, è stata validata la tesi che consumare un succo al mirtillo migliora le prestazioni cognitive e la memoria degli anziani.

Mirtilli come antinfiammatori

Grazie al consumo di mirtilli è possibile ridurre le infiammazioni: l’alto contenuto di antiossidanti, di polifenoli e di vitamine (A e C) contribuiscono a il gonfiore delle zampette di ratto, a migliorare le difese immunitarie a proteggere l’organismo dall’azione dei batteri e agenti patogeni.

Facilitano la digestione

I mirtilli sono ricchissimi di fibre alimentari che aiutano a regolarizzare e facilitare la digestione: una volta attraversato il tratto gastrointestinale, le fibre non vengono digerite ma formano le feci e regolarizzano la flora batterica

Migliorano la salute del muscolo cardio-vascolare

I mirtilli favoriscono l’attività funzionale ed il buon mantenimento del muscolo cardio-vascolare, responsabile del pompaggio del sangue per fornire ai tessuti la giusta ossigenazione.

I trigliceridi alti, il colesterolo elevato e l’aumento della pressione sanguigna sono solo alcuni dei principali fattori di rischio per la comparsa delle malattie cardiovascolari.

Per questo motivo, i medici consigliano l’assunzione di una porzione di 200 grammi di mirtilli al giorno per combattere infarti, ictus e altre malattie cardio-vascolari.

Usi e ricette ai mirtilli

I mirtilli si prestano ad essere consumati in numerose preparazioni culinarie davvero ottime e salutari: marmellate, nettari, succhi di frutta, gelatine, sorbetti, creme, dolci, muffin e macedonie.

Ottimo e consigliato è il decotto di mirtilli, rimedio naturale antinfiammatorio e regolatore della motilità dell’intestino.

Aiutaci e condividi!
  • 6
    Shares