AssoBenessere
Proprietà Curcuma

Proprietà della curcuma: come si usa, benefici e controindicazioni

La curcuma è una spezia ricavata dalla polverizzazione delle radici della pianta Curcuma longa, altrimenti detta zafferano delle Indie, che viene usata sia a scopo alimentare che officinale. Famosa già nell’Antica Grecia, Marco Polo dice di averla conosciuta in Cina nel XIII secolo, e in India viene usata da almeno 5000 anni.

Uno degli usi più famosi è sicuramente che la Curcuma è alla base della preparazione del masala, la miscela di spezie nota in Occidente col nome di curry. Le proprietà della curcuma dipendono dall’alto contenuto di principi attivi: curcumina, prima di tutto, poi flavonoidi, polifenoli, vitamina C, canfora.

Proprietà  della curcuma e benefici

Già nota nella medicina ayurvedica e nella Medicina Tradizionale Cinese, sono molteplici anche gli studi clinici che interessano questa spezia, secondo i quali si annoverano numerosi benefici della curcuma sul corpo umano. Vediamo allora brevemente quali sono le principali proprietà della Curcuma, siamo certi rimarrete stupiti da quanto può far bene questa spezia.

Proprietà Antitumorale: la curcumina interagisce con un enzima responsabile della proliferazione di tumori alla testa e al collo e ne blocca l’azione; inoltre, pare che lo stesso principio attivo contrasti l’insorgere di tumori alla bocca, al colon, alla pelle, ai polmoni, ai reni, alla prostata e alle mammelle.

Come se non bastasse, secondo studi della Loyola University Medical Center di Chicago, la curcumina preverrebbe la leucemia infantile. Dall’Università del Michigan, invece, giunge notizia dei benefici apportati nei trattamenti chemioterapici.

Proprietà Antinfiammatoria ed antiossidante: la curcuma attacca i radicali liberi neutralizzandoli, riducendo processi di invecchiamento ed infiammazione, soprattutto alle articolazioni, come l’artrite reumatoide.

Proprietà Depurativa, digestiva, immunostimolante, antibatterico, cardioprotettivo: dal contrastare il morbo di Alzheimer, al regolare il colesterolo nel sangue, alla stimolazione della risposta immunitaria contro l’HIV, la curcuma si qualifica come una spezia dalle straordinarie potenzialità

Proprietà antidolorifica e antiinfiammatoria: se siete amanti dei rimedi naturali, la buona notizia è che la Curcuma è ancheil miglior rimedio della nonna in circolazione contro i dolori articolari e l’influenza.

Proprietà dimagranti:  Forse non tutti lo sanno ma la curcuma abbinata alla piperina ha ottime proprietà dimagranti per chi vuole perdere peso. Se volete saperne di più cliccate sul banner qui sotto che vi spiegherà le proprietà benefiche della Piperina e curcuma:

La curcuma combatte depressione e demenza?

Il nuovo studio in doppio cieco, controllato con placebo, ha coinvolto 40 adulti di età compresa tra i 50 e i 90 anni che presentavano lievi deficit della memoria. Ai partecipanti sono stati assegnati, in modo casuale un placebo o 90 milligrammi di curcumina, da assumere due volte al giorno per 18 mesi. Tutti i 40 soggetti hanno ricevuto valutazioni cognitive standardizzate all’inizio dello studio e ogni sei mesi. Il monitoraggio dei livelli di curcumina nel sangue sono stati eseguiti all’inizio dello studio e alla fine di esso.

Trenta dei volontari sono stati sottoposti a tomografia a emissione di positroni, o scansioni PET, per determinare i livelli di proteine amiloidi e tau depositate nel loro cervello. Gli esami sono stati fatti all’inizio dello studio e dopo i 18 mesi. Ricordiamo che le proteine amiloidi e tau sono coinvolte nella genesi di demenze neurodegenerative, come il morbo di Alzheimer. Coloro che hanno assunto la curcumina hanno ottenuto miglioramenti significativi della memoria e dei livelli di attenzione. I soggetti che hanno ricevuto il placebo no. Nell’esecuzione dei test di memoria, le persone che hanno assunto l’integratore a base di curcumina sono migliorate del 28% nell’arco dei 18 mesi. Anche il tono dell’umore è decisamente migliorato e a livello dell’amigdala e dell’ipotalamo presentavano minori quantità di amiloide e tau rispetto a coloro che avevano assunto il placebo.

L’amigdala e l’ipotalamo sono regioni del cervello che controllano diverse funzioni emotive e di memoria. Quattro tra coloro che avevano assunto la curcumina e due di quelli che avevano assunto il placebo, hanno riportato lievi effetti collaterali, come dolore addominale e nausea.

I ricercatori dell’UCLA hanno in programma di condurre un nuovo studio di follow-up che possa coinvolgere un maggior numero di persone. Lo studio includerà alcune persone con depressione lieve, così da poter confermare o meno le proprietà antidepressive della curcumina. Il campione più ampio consentirebbe anche di analizzare se gli effetti sulla memoria siano variabili in relazione al rischio genetico per lo sviluppo di demenza senile, all’età o all’estensione dei problemi cognitivi. Il Dott. Small, autore principale dello studio e docente della UCLA Parlow-Solomon on Aging, conclude: “Questi risultati suggeriscono che l’assunzione di questa forma relativamente sicura di curcumina potrebbe fornire benefici cognitivi significativi nel corso degli anni”.

Controindicazioni della curcuma

Nonostante i benefici della curcuma e le sue ottime proprietà, come per ogni cosa si contano anche alcune controindicazioni che possono presentarsi in certi casi. Consumarne in eccesso può provocare dissenteria e nausea, mentre se ne sconsiglia vivamente l’utilizzo per chi soffre di calcoli biliari perchè potrebbe peggiorarne il decorso della malattia.

Per migliorare l’assorbimento dei principi attivi contenuti nella curcuma, è necessario seguire alcuni accorgimenti, tra cui la consociazione col pepe, con oli e grassi, o col tè verde, e il consumo a freddo.

Come si usa la curcuma in cucina? Ricette

La curcuma si usa in moltissime ricette che riescono a garantirne una buona assimilazione, vediamone alcune per utilizzarla al meglio e sfruttare tutti i suoi benefici.

  • Olio alla curcuma: lasciando macerare per una settimana 3 cucchiai di curcuma in 500 ml di olio d’oliva, si può facilmente ottenere un gustoso e salutare condimento a freddo per insalate, piatti veloci di pasta, zuppe
  • Golden Milk: originario della tradizione ayurvedica e yogica, si tratta di un latte d’oro ottimale contro i dolori alle articolazioni. Innanzitutto si prepara una pasta di curcuma, ottenuta lasciando asciugare sul fuoco una tazza d’acqua con mezza tazza di polvere di curcuma; questo prodotto può essere utilizzato per 40 giorni, se conservato in frigorifero. Successivamente, si mescola un quarto di cucchiaino di questa pasta di curcuma con una tazza di latte (anche vegetale) tiepido, un cucchiaino di olio di mandorle dolci per uso alimentare e una spruzzata di pepe.
  • Curcuma in Polvere: la curcuma si usa come condimento sopra risotti, nei frullati, nella preparazione del curry, o nelle tisane; ci si può davvero sbizzarrire.
  • Prodotti erboristici: chi invece preferisce assimilare al meglio tutte le proprietà, può ricorrere a capsule ed integratori venduti in erboristeria e farmacia, che contengono direttamente i principi attivi della curcuma.

Dove Comprare la Curcuma e prezzo

Il primo consiglio che vi diamo quando volete acquistare la Curcuma è quello di comprarne poca alla volta. Questa spezia infatti mantiene il suo colore molto a lungo, ma perde l’aroma piuttosto facilmente. La cosa migliore è conservare la curcuma in frigo dentro alcuni vasetti ermetici.

La curcuma può esser comprata al supermercato, dove si troverà spesso in polvere nel reparto delle spezie, oppure nei negozi equo-solidali o etnici. In alternativa si può sempre acquistare su internet, su amazon ad esempio o su altri store.

Aiutaci e condividi!
  • 34
    Shares