AssoBenessere

Proprietà del Kiwi: benefici, proprietà e controindicazioni

I kiwi o kivi sono un frutto aspro, originario del continente asiatico da oltre 700 anni, apprezzato per essere nutriente e ricco di vitamina C: si pensi che un concentrato o estratto succo di kiwi 100% free fornisce quasi il 275% della dose giornaliera raccomandata di vitamina C o acido ascorbico.

Il kiwi è il frutto e bacca commestibile che si raccoglie da numerose specie di liane del genere Actinidia, famiglia delle Actinidiaceae.  In commercio si apprezzano la varietà più comune quella con la polpa “green” e quella dalla polpa “gold” che ha forma più allungata e differisce dalla “cultivar” comune per non avere pelucchi sulla buccia. In realtà esistono altre varietà di kiwi meno diffuse, come ad esempio il kiwi con la polpa rossa.

La polpa del kiwi è un concentrato gustoso e rinfrescante ricco di antiossidanti, vitamine e sali minerali: ecco tutte le proprietà nutrizionali e benefiche di questa preziosa “miniera di vitamina C”. Ecco la guida utile sulle proprietà nutrizionali, benefici e controindicazioni dei kiwi.

Kiwi: proprietà nutrizionali

Il kiwi è un frutto che si reperisce in commercio tutto l’anno, è ricco di vitamina C (85 mg/100 g), potassio, vitamina E, rame, ferro e fibre.

Il suo alto contenuto di potassio e la povertà di sodio lo rendono assolutamente ideale per chi pratica intensa attività sportiva e per chi suda molto o durante la stagione estiva.

La polpa del kiwi è assolutamente preziosa per il benessere umano: grazie alle vitamine antiossidanti, è possibile migliorare la tonicità dell’epidermide e ridurre i segni dell’invecchiamento cutaneo, contrastano definitivamente la perdita dell’elasticità e l’azione dei radicali liberi.

I kiwi sono a basso contenuto di calorie (circa 50 calorie ogni 100 grammi di polpa commestibile), ma sono ricchi di fitonutrienti essenziali per l’organismo umano.

È un ottimo frutto ideale per le persone che cercano di tenere sotto controllo il proprio peso corporeo: consumare quotidianamente la polpa del kiwi è un modo eccellente per mantenere in buono stato di salute il cuore.

Grazie all’alto concentrato di potassio, il kiwi aiuta a prevenire anche tutte le patologie delle vie respiratorie e quelle legate alla digestione come la sindrome dell’intestino irritabile.

Fonte inestimabile di vitamina C ed E, il kiwi è un super food ricco di antiossidanti che combatte il danno dei radicali liberi.

Benefici nel mangiare i kiwi: risultati degli studi

In uno studio condotto dal Dipartimento di tossicologia presso l’Istituto norvegese di sanità pubblica, sono stati validati i seguenti risultati: se assunti quotidianamente i kiwi aiutano a diminuire i danni ossidativi all’organismo umano e prevengono dal rischio di comparsa di cellule tumorali.

Inoltre, essendo ricchi di polifenoli, i kiwi espletano una funzione volta a stimolare una risposta del sistema immunitario. Grazie all’apporto di vitamina E ed al basso contenuto calorico, oltre che all’esiguo apporto di lipidi, i kiwi sono alleati ideali per abbassare il colesterolo.

I kiwi diminuiscono i trigliceridi nel sangue, proteggono gengive e denti, giovano alla salute degli occhi, prevengono le malattie degenerative oculari e facilitano la digestione.

La polpa del kiwi è costituita da circa l’84% di acqua, il 9% dai carboidrati e la percentuale rimanente da lipidi e proteine.

Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Cellular Physiology, i polisaccaridi contenuti nella polpa dei kiwi sono in grado di stimolare la produzione di collagene, la proteina che conferisce all’epidermide elasticità e compattezza e si riduce con l’avanzare dell’età.

Inoltre, la polpa dei kiwi annovera la presenza di un carotenoide ed antiossidante (luteina) che apporta benefici alla salute proteggendo la pelle dai raggi UV.

Un altro beneficio nutrizionale del kiwi è il suo contenuto di serotonina: il consumo regolare di polpa aiuta a stimolare il sonno, il livello di concentrazione, la memoria e il buon umore, combattendo gli stati di depressione.

Come consumare la polpa di kiwi?

La polpa di kiwi può essere consumata tagliando a metà il frutto e scavandolo con un cucchiaino, come se fosse un gelato o un sorbetto.

Inoltre, la polpa verde o golden (a seconda della varietà acquistata) può essere consumata a fette sottili con l’aggiunta di zucchero o con un cucchiaio di miele o di gelato.

È ottimo anche con la macedonia o sugli spiedini di frutta fresca con l’ananas, arancia, cocco, banana e mango; si possono preparare succhi di frutta 100% vegan, frullati, nettari, concentrati, gelatine, gelati, sorbetti e marmellate.

Controindicazioni e problemi 

Oltre i benefici i kiwi vantano alcune controindicazioni che occorre tenere in debita considerazione: alcune persone possono esserne allergici alla polpa dei kiwi che può cagionare diarrea, mal di stomaco, lieve gonfiore e prurito in bocca. In rarissimi casi, il kiwi può cagionare shock anafilattici: il suo consumo può scatenate irritazione al cavo orale cagionato dai cristalli aghiformi di ossalato di calcio, parimenti all’ananas. Per il resto mangiare la frutta è sempre positivo per l’organismo, ma come al solito vi consigliamo di non esagerare con le quantità e di mangiarla lontano dai pasti!!

Aiutaci e condividi!
  • 2
    Shares